Natale a Rio

Massimo Boldi confessa: “Perchè io e De Sica ci siamo allontanati”

Natale a Rio è il celebre cinepanettone che ha tenuto un po' tutti noi incollati sui grandi schermi, ma è anche quello che ha ribadito la rottura tra Massimo Boldi e Christian De Sica, coppia che ha cavalcato l'onda dei cinepanettoni all'italiana per molti anni (praticamente tutti gli anni '90 e parte degli anni 2000).

Ma di recente Boldi ha deciso di rompere il silenzio e di far luce su quello che è accaduto tra i due: durante la partecipazione al rotocalco Verissimo, programma del sabato pomeriggio condotto da Silvia Toffanin, l'attore ha descritto il suo rapporto con Christian De Sica come quello tipico di una "coppia di fatto". Se Boldi parla del legame con De Sica mediante parole fredde e un po' distaccate, non rinnega tuttavia il piacere di ritrovarsi insieme magari in un prossimo film di Natale: "Se Christian vuole sa che io ci sono" e in merito a una possibile runion i dubbi sono ben pochi anche perchè "il parere del pubblico mi sembra chiaro".

Ma esattamente per quale motivo i due si sono allontanati? Massimo Boldi confessa senza tanti giri di parole di essere stato lui a lasciare la coppia e di averlo fatto principalmente perchè si trovava in un "periodo particolare in cui era appena morta mia moglie e in cui avevo bisogno di concentrarmi sulla mia vita". In merito a Christian, l'attore di Luino ammette di non aver mai capito se il suo compagno di viaggio preferisse più il lavoro alla loro amicizia, ma al tempo stesso chiarisce di non aver mai litigato e che "anche se ci si vede un po' meno, siamo sempre legati da un rapporto di sincera amicizia".

Per quanto Boldi non rinneghi il passato e per quanto le sue intenzioni in merito a un nuovo film di Natale con il suo partner storico siano a dir poco propositive, il primo è convinto del fatto che semmai un nuovo film insieme non si dovesse fare, è perchè De Sica potrebbe non voler riesumare l'ennesima "minestra riscaldata". Eppure, anche fosse nell'immaginario collettivo che i cinepanettoni siano tutti forse un po' troppo uguali, simili nelle trame, privi di colpi di scena, scontati nei personaggi e persino nelle battute a tratti volgari, non c'è alcun dubbio che al pubblico italiano tutto questo continui a piacere: d'altronde il fatto stesso che ogni film di Natale, anno più o anno meno, riesca a sbancare i botteghini, è una realtà che oramai è sotto gli occhi di tutti da diversi anni a questa parte!

A tutti, anche fosse per solo un film, piacerebbe rivedere Boldi e De Sica sotto lo stesso titolo. Anche perchè i film di Natale che stanno provando a portare avanti “in solitaria”, per quanto diversi in alcune particolari circostanze, continuano ad avere uno sfondo rimasto fermo al passato. Rimasto fedele a quella che era la tradizione dei cinepanettoni fatti in coppia. E allora, caro Massimo e caro Christian, non è forse giunto il momento di regalare al grande pubblico italiano un nuovo indimenticabile Natale?