Natale a Rio

| Vacanze ai Caraibi: De Sica e Ghini si raccontanoCuriosità | Recensioni | Notizie

Recensione dettagliata e informazioni utili sul film

natale a rioNatale a Rio è il cinepanettone di Neri Parenti distribuito da Filmauro, debuttato nelle sale in data 19 Dicembre 2008 e passato alla storia del cinema italiano come il film che ha messo a segno incassi da record: 24.678.792 euro! Si tratta di uno dei tanti appuntamenti che in prossimità delle festività natalizie accoglie il pubblico nelle sale cinematografiche di tutta Italia e che dal canto suo ha visto la partecipazione di nomi molto autorevoli della scena nostrana come Christian De Sica e Massimo Ghini.

Ma all'interno del film figurano anche i volti di Ludovico Fremont già conosciuto dal pubblico de I Cesaroni, Emanuale Propizio visto nel film Grande, grosso e Verdone, e poi ancora Michelle Hunziker e Fabio De Luigi che abbiamo già avuto modo di vedere in coppia nella esilarante serie di Love Bugs. Natale a Rio segna anche il ritorno di Paolo Conticini resosi noto grazie alla partecipazione attiva a numerose fiction e film.

Trama di Natale a Rio

La trama si bassa essenzialmente sul ruolo di Christian De Sica e Massimo Ghini, due divorziati molto diversi tra loro (il primo è un palazzinaro mentre il secondo un professore di etica). Entrambi si incontrano in vacanza a Rio de Janeiro con tanto di figli, mogli e parenti vari, ma c'è una sorpresina destinata ad attendere al varco i due: in questa città si trovano le loro rispettive ex mogli che sono andate in Brasile per farsi rifare il seno ma che hanno fatto sapere ai familiari di essere da tutt'altra parte.

A questa situazione già di per sé piuttosto complessa si aggiunge anche il ruolo della coppia rappresentata da Fabio (De Luigi) e Linda (Michelle Hunziker), in cui il primo ambisce a diventare il fidanzato di lei senza tuttavia alcuna reale corresponsione. E questa situazione crea situazioni un po' intrecciate, esilaranti aneddoti e circostanze ai limiti dell'inverosimile: tutto quanto è tipico dei cinepanettoni insomma!

Cast completo di Natale a Rio

I film di Natale all'italiana sono sempre stati ricchi di personaggi come anche di eros, anzi a dire la verità Natale a Rio è uno dei cinepanettoni in cui si registra forse un numero anche piuttosto ristretto di ruoli. Probabilmente è il distacco da Massimo Boldi ad aver influito su tutto ciò, fatto sta che tra interpreti e personaggi, il cast completo è il seguente:

  • Christian De Sica nel ruolo di Paolo Berni,
  • Massimo Ghini nel ruolo di Mario Patani,
  • Michelle Hunziker nel ruolo di Linda Vita,
  • Fabio de Luigi nel personaggio di Fabio Speranza,
  • Paolo Conticini nel personaggio di Gianni Corsi,
  • Ludovico Fremont nella persona di Piero Berni,
  • Emanuele Propizio nel ruolo Marco Patani,
  • Rosana Oliveira nel ruolo di Anna Berni,
  • Betania Betcher nel ruolo di Lisa Patani,
  • Marcos Wainberg nel ruolo di Ugo Vita,
  • Orieta Castillo nel ruolo di Estimé,
  • Caterina Sylos Labini come Bruna,
  • Paolo Ruffini che impersona il ragazzo dell'agenzia,
  • Beatrice Valente Covino nel ruolo di Sara Quattrociuffi,
  • Fernanda Andrade nel ruolo di Padilha,
  • Raquel Fiuna come Prepuzia,
  • Paulao Duplex che interpreta Ventrinha,
  • Giovanna de Toni che riveste il ruolo di impiegata,
  • e per finire Neri Parenti che fa una breve comparsa in qualità di passeggero in fila d'attesa all'aeroporto romano.

 

Analisi critica di Natale a Rio

Natale a Rio corona la separazione di una coppia molto classica quale è sempre stata quella composta da Massimo Boldi e Christian De Sica. C'è chi tutto sommato ha imparato a vedere i due prendere strade diverse, mentre c'è una fetta di pubblico forse un po' più passionale che pensare a De Sica e a Boldi come a due attori separati non ci riesce proprio! Fatto sta che se c'è un elemento che di Natale a Rio premia, è sicuramente l'essersi concentrati su un numero un po' più ristretto di attori e soprattutto l'aver ricorso in una misura minore del solito alle starlette della Tv che in fatto di interpretazione cinematografica sanno poco e niente.

Ciò che Natale a Rio però non risparmia affatto, è quel pizzico (?) di volgarità che in un certo qual modo contraddistingue i cinepanettoni di oggi, che ha messo in risalto quelli di ieri e con ogni probabilità finirà dritta dritta anche in quelli di domani. Ma ormai anche il pubblico più benpensante ha familiarizzato con "questo genere di film", tanto è vero che per quanto possa piacere o meno, oramai vedere un cinepanettone privo di volgarità è quasi utopia. D'altra parte quel po' di trasgressione, quella parolaccia in più o quella reiterata allusione al sesso sono elementi che al pubblico italiano sembrano piacere poichè ritraggono l'Italia di oggi in cui l'apparenza viene fatta salva sopra ogni altra cosa.

Natale a Rio è privo di grandi risvolti cinematografici (un po' come i suoi predecessori), in quanto propone la leggerezza sulla sofisticatezza e la forma sulla qualità dei contenuti.

Natale a Rio,le (amare?) confessioni di Christian De Sica

A proposito della rottura con Boldi, lo stesso De Sica ha confessato di "lavorare finalmente con un attore e non con un comico" e di pensare che "pur non togliendo nulla al passato, di averci soltanto guadagnato da questa nuova situazione". Christian De Sica che già con Natale a Miami e Natale a New York ha fatto coppia con Massimo Ghini, ammette di nascere "come attore brillante che può costruire situazioni più variate quando viene messo in contatto con un altro attore, in questo caso Massimo Ghini. In Natale a Rio siamo come Ginger Rogers e Fred Astaire, abbiamo ballato insieme benissimo!".

Tuttavia è il primo Vacanze di Natale il titolo a cui l'attore è più legato di tutti, tanto è vero che "rivendendolo oggi, colpisce la differenza che c'è con Natale a Rio: il Paese è cambiato, è meno ottimista e anche un po' più nevrotico. In questo nuovo contesto, tutti i possibili laghi di noia Neri Parenti li ha tagliati inesorabilmente."

E se c'è un elemento che di questo suo nuovo film gli piace assai, è sicuramente l'aver potuto impersonare il ruolo del papà anziché quello del classico marito imbroglione, schifoso e traditore (testuali parole)!

Natale a Rio ed altri: il box office della stagione 2008/2009

Natale a Rio è uno dei film di Natale probabilmente più riusciti di Christian De Sica. Sarà il cast particolarmente corposo, sarà una trama stuzzicante o sarà qualche altra ragione di fondo, fatto sta che nel periodo della sua messa in onda nelle sale cinematografiche italiane è risultato esser questo uno dei titoli più apprezzati dal grande pubblico nostrano. Se volessimo andare a ritroso circa l'andamento del box office italiano in merito alla stagione 2008/2009, infatti, sono proprio le produzioni lanciate durante le festività natalizie quelle che bene o male hanno attirato il maggior numero di proseliti!

La top ten risultava in questo caso dominata da Madagascar 2, film di animazione prodotto dalla Dreamworks che ha incassato la ragguardevole cifra di 25 milioni di euro: praticamente due milioni in più rispetto a Natale in crociera che dominava le classifiche nella stagione precedente (la 2007/2008 tanto per intenderci). Il secondo posto lo ha però conquistato un cinepanettone mantenendo fede all'idea di un pubblico particolarmente affezionato ai titoli, alla leggerezza e al divertimento tipico dei film natalizi: Natale a Rio si è aggiudicato una posizione di tutto riguardo riuscendo peraltro ad incassare un milione in più rispetto al precedente titolo targato sempre Filmauro e Neri Parenti.

La stagione cinematografica del 2008/2009 ha poi visto una terza posizione per forza di cose nelle mani di Angeli e Demoni, appassionante bestseller ancora una volta firmato Dan Brown che non è tuttavia riuscito a replicare lo stesso successo che aveva contraddistinto Il Codice da Vinci nel lontano 2005/2006 laddove era stato eletto come il film più visto in Italia con i suoi 28 milioni e mezzo di euro.

La quarta posizione di quell'anno è invece stata occupata da Kung Fu Panda che ancora oggi può essere ritenuto un lavoro davvero ben fatto da parte della Dreamworks, soprattutto perchè, con l'aiuto di Madagascar 2, ha segnato una formidabile affermazione da parte dei film di animazione! E poi si sa, laddove c'è Harry Potter c'è un pubblico di habitué ormai non più in grado di rinunciare ad una saga che ha incuriosito e appassionato sin dal suo primo episodio e che anche nella stagione 2008/2009, con Harry Potter e il principe mezzosangue, ha segnato risultati interessati seppur probabilmente un po' meno esaltanti rispetto a quelli preventivati in fase di esordio.

Ma com'è andata avanti quella stagione cinematografica nel completo della top ten? Se i primi cinque film abbiamo detto essere stati Madagascar 2, Natale a Rio, Angeli e Demoni, Kung Fu Panda e Harry Potter, in sesta posizione è riuscito ha insediarsi Il cosmo sul comò che come ricorderemo tuttora è stata una creatura messa a punto dal solito trio composto da Aldo Giovanni e Giacomo. Settima posizione, poi, per Italians di Giovanni Veronesi che probabilmente ha subito il favore dato da una presenza di attori di tutto rispetto quali Carlo Verdone, Sergio Castellitto e Riccardo Scamarcio.

www.cercasiannunci.itportale di annunci gratuiti sul lavoro

E le ultime tre posizioni della classifica cinematografica 2008/2009, sono invece state occupate da film di chiara impronta americana: all'ottavo posto figurava Hancock con il suo super Will Smith; Twilight, equilibrata via di mezzo tra un horror e un romance che ha letteralmente appassionato le teenagers di tutto il mondo; mentre si salva per un pelo il secondo capolavoro hollywoodiano di Gabriele Muccino che con Sette Anime ha ancora una volta portato sul grande schermo un Will Smith nelle vesti di protagonista.


amministrazione@solaika.it